Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2011

Carol Jozef Wojtyla: "Esiste un qualcosa che è dovuto all'uomo perchè uomo."

Il 1°maggio 2011 assisteremo alla beatificazione di Giovanni Paolo II, Carol Jozef Wojtyla, 264° vescovo di Roma e Papa.
Vorrei ricordarlo, in questi giorni non come Papa, ma in veste di educatore amato dai giovani, uomo carismatico e grande comunicatore, che disapprovò il capitalismo sfrenato e pose al centro del suo papato l'Uomo e la sua Dignità.

"Ci sono bisogni collettivi e qualitativi che non possono essere soddisfatti mediante i meccanismi del mercato.
Ci sono esigenze umane importanti che sfuggono alla sua logica, ci sono dei beni che, in base alla loro natura, non si possono e non si debbono vendere  o comperare.
E’ stretto dovere di giustizia e di verità impedire che i bisogni umani fondamentali rimangano insoddisfatti e gli uomini che ne sono oppressi periscano.
Esiste un “qualcosa che è dovuto all’uomo perché uomo”.
Questo “qualcosa” dovuto comporta inseparabilmente la possibilità di sopravvivere e di dare un contributo attivo al bene comune dell’umanità
.&…

Il pesco di nonna Era.

Mentre sboccia la primavera, cresce il pesco di nonna Era.
Stringe la terra con profonde radici, come si stringon le mani gli amici.
Il tronco dal gelo intirizzito, si erge fiero e inorgoglito.
Dai rami marroni spuntan germogli, che guardano il prato pien di conigli.
Ci saranno tra le foglie numerosi fiori, colorato suggello di gioiosi amori.
A giugno la pianta pesche darà, che nonna Era per te coglierà.
Nadia Scarnecchia

1° MOVE SEMINAIO: "conoscere, comprendere e affrontare la Sindrome di Asperger". Un'iniziativa dello Gnomo ASPirino.

"Gradualmente, le persone con sindrome di Asperger imparano i codici della condotta sociale, grazie più a un’analisi cognitiva e alle istruzioni che all’istinto naturale. Devono pensare molto a quello che fanno. Di fatto, a volte si può vedere come il bambino abbia bisogno di tempo per pensare a quello che dovrebbe fare o dire; per la persona con sindrome di Asperger, è indispensabile pensare." Tony Attwood
....e lo Gnomo non si ferma mai! ;)

Ugo Parenti, che veste gli abiti dello Gnomo Aspirino, è un papà che si attiva al fine di far conoscere la Sindrome di Asperger (Disturbo Pervasivo dello Sviluppo), è creatore di un'interessante pagina web (http://www.gnomoaspirino.it/ ) dove è possibile reperire diverse informazioni e materiale riguardante questo Disturbo e sulla quale lo Gnomo pubblica le proprie iniziative.

Venerdì 3 e sabato 4 giugno 2011, presso il CENTRO POLIFUNZIONALE del comune di MONTEZZEMOLO, in provincia di CUNEO  http://www.montezemolomiele.it/HOME.…

I giochi dei bambini della Roma antica.

"Fammi giocare solo per gioco
Senza nient’altro, solo per poco
Senza capire, senza imparare
Senza bisogno di socializzare
Solo un bambino con altri bambini
Senza gli adulti sempre vicini
Senza progetto, senza giudizio
Con una fine ma senza l’inizio
Con una coda ma senza la testa
Solo per finta, solo per festa
Solo per fiamma che brucia per fuoco
Fammi giocare per gioco."


diBruno Tognolini, "Diritto al gioco".


In questo blog, talvolta è stato trattato il tema del gioco, parlando dell'importanza che  questo ha per lo sviluppo emotivo, cognitivo, fisico e relazionale del bambino.
I cuccioli di ogni spece imparano e sperimentano attraverso il gioco, così anche i cuccioli d'uomo hanno sempre dedicato  tempo ed inventiva a questa attività.
Per questa ragione Vi invito alla lettura del seguente articolo, che affronta il tema del gioco dei bambini nell'Antica Roma (il link è tratto da: http://piccolituristi.turismoroma.it/index.php/pagine/indice/it , un belliss…

La dignità.

Perché una società vada bene, si muova nel progresso, nell'esaltazione dei valori della famiglia, dello spirito, del bene, dell'amicizia, perché prosperi senza contrasti tra i vari consociati, per avviarsi serena nel cammino verso un domani migliore, basta che ognuno faccia il proprio dovere”. Giovanni Falcone
La scuola, la famiglia e le agenzie educative si propongono molteplici obiettivi, per condurre l'individuo verso la realizzazione di Sè stesso. Spesso il conseguimento di un obiettivo educativo è misurato semplicemente con quanto l'individuo è riuscito a imparare o con ciò che ha realizzato. Il fare diviene valore e l'individuo funzione del fare.Io credo che sia importante ricondurre il valore all'individuo in Sè e il fare debba essere funzionale al rispetto di Sè, dell'Altro e dell'appartenere con coscienza alla società. Credo che il miglior modo per Essere individui, stare al mondo ed interagire con l'Altro sia perseguire come obiettiv…

Filasrocca per la Pace.

Vola colomba dove c'è la bomba, porta la Pace così la guerra tace.
Dispiega le ali fa gli uomini leali, cancella il dolore riporta l' amore.
L' ulivo è bandiera recita una preghiera, disprezzi la guerra: vuoi la Pace sulla Terra.
Nadia Scarnecchia

CreativaMente: "ludo ergo sum".

"I giochi dei bambini non sono giochi e bisogna considerarli come le loro azioni più serie."
M. de Montaigne

"Ludo ergo sum", non è una delle frasi da tradurre durante l'ora di latino, ma la  filosofia perseguita dal 2002 da un'azienda italiana: CreativaMente, che coinvolge svariate figure professionali tutte dedite alla creazione di giochi educativi.
Il gioco è importante strumento di crescita per il bambino, un nobile mestiere che gli consente di conoscere la realtà, sè stesso ed il proprio modo di muoversi, sentire ed interagire nel mondo.

Per questa ragione ho scelto di condividere con Voi la scoperta di  questi giochi educativi, che si prefiggono obiettivi rilevanti per lo sviluppo del bambino, curando aspetti fondamentali, quali:

-l'apprendimento: il bambino può accrescere le proprie conoscenze giocando, divertendosi e non vivendo situazioni che potrebbero essere portatrici di ansia e quindi rendere stressante l'acquisizione di informazioni.

-…

Personaggi: Hermann Ebbinghaus e la curva dell'oblio.

Hermann Ebbinghaus, nacque nel 1850 a Barmen, si laureò in Filosofia dell'Inconscio presso l'Università di Bonn. Interessanti furono i suoi studi sull'apprendimento, nello specifico quelli che ebbero come oggetto la memoria, che furono pressochè convalidati dalle scoperte scentifiche successive. Ebbinghaus rilevò alcune peculiarità della memoria, introducendo la nozione di "curva dell'oblio", ossia  dopo un'ora dall'apprendimento, si ricordano solo il 40% delle nozioni. Studi successivi hanno rilevato che questa quantità è variabile in relazione alle caratteristiche del materiale appreso: infatti se l'apprendimento è significativo per il discente, le informazioni trattenute possono essere superiori a quelle quantificate dal teorico in questione. Scoperta degna di nota fu il rapporto tra l'apprendimento massivo e quello distributivo, infatti frazionare il carico di apprendimento si è rivelato più redditizio.
Ebbinghaus notò che le informazioni ini…

Coccinella.

Coccinella piange sconsolata ha bisogno d' esser aiutata. Non si piace è disperata: rossa, rossa e puntinata!
S' ode forte il singhiozzare, messer grillo la va a consolare! Balza e salta svelto il grillo così arriva presto e arzillo.
-Perchè piangi cara coccinella? Hai i puntini e sei proprio bella!- La coccinella con un sorriso: -dici davvero, non mi hai deriso?-
Risponde il grillo assai sgomento: - son sincero, certo non mento!- La coccinella: -Grazie grillo caro, trovare un amico è sempre raro!
Son coccinella con sette puntini, quella che amano tutti i bambini. Per aver fortuna confidano in me, tu sei amico, ne porterò anche a te!-
Nadia Scarnecchia