giovedì 20 settembre 2012

Scambio di letture. :)

Il 2 agosto scorso, questo Blog ha spento due candeline!

Per festeggiare questi due anni di condivisione, è stato organizzato uno scambio di letture: "Festeggiamo il compleanno con un libro?"

Ciascun lettore è stato invitato a lasciare un solo commento al post dell'iniziativa: 

@ un consiglio di lettura inerente tematiche educative: citando il titolo del testo, l'autore e la   ragione per cui ha scelto di consigliare proprio quel libro. 

Anche io ho deciso di prendere parte a questa opportunità di condivisione donando un libro a me caro, sia per le bellissime e vivaci illustrazioni  che per il messaggio di PACE trasmesso attraverso le pagine colorate. Il libro-dono è: "Il libro della Pace", di Todd Parr.



Immagine tratta dall'elegantissimo Blog:http://boiseriec.blogspot.it/
 
Per non lasciarVi con il fiato sospeso  come prima cosa, scriverò il nome di colui/colei che riceverà il mio dono...

Il libro della Pace di Todd Parr andrà in dono a Fiore di Maggio!  

Affinchè io possa inviare questo piccolo pensiero, Fiore di Maggio dovrebbe inviare una e mail all'indirizzo di posta: scarnecchia.nadia@tiscali.it, scrivendomi con precisione l'indirizzo a cui desidera ricevere il libro.  




Dopo quest'annuncio, come promesso, potrete leggere l'elenco di tutte le Vostre proposte di lettura in ambito educativo (i consiglisono riportati secondo l'ordine cronologico d'arrivo).


Qualche libro è un piccolo mondo
pieno di cose nere e colorate;
qualche libro è uno scrigno profondo
pieno di luci, di maghi e di fate..

 (G. Caviezel, E. Bussolati, La biblioteca dei misteri. Editrice Bibliografica, 1989 )

SCAMBIO DI LETTURE (quest'elenco sarà rintracciabile sotto forma di File, presso il gruppo FB _ SEGNALIBRO: consigli e sconsigli di lettura _ curato dalla Prof. Tiziana, del Blog "Learning is experience...") :


1. "Il senso della vita", di Oscar Brenifer


Proposto da David Vagni, che scrive...
"Consigliato a: bambini di 6 - 12 anni che si fanno molte domande.

Ho l'intera collezione dei libri di Brenifier: "Il senso della vita", "I grandi contrasti psicologici", "Il bene e il male", "Il libro dell'amore e dell'amicizia", "Il concetto di Dio", "Che cos'è la libertà?", "Che cosa sono i sentimenti?".

Sono libri illustrati, con uno stile un po' maturo ma piacevole per i bambini più grandi. Sono libri per bambini che si pongono tante domande, non ci sono risposte nei libri ma descrizioni di quello che pensano le persone, diverse vedute sui diversi temi e nuove domande per insegnare ai bambini che la ricerca della verità è una strada che non finisce mai."


2. "Il diritto del bambino al rispetto", di Janus Korzcak

Proposto da Vale ,che scrive...
" si può leggere anche ai bambini più grandi. Ha cambiato il mio modo di considerare il lavoro, facendomi "innalzare" al livello dei più piccoli.
Da leggere anche solo per rendere omaggio alla straordinaria personalità dell'autore."


3. "Il pesciolino d'oro." Fiaba di A. Puskin _ ed. EL _

Proposto da Fiore di Maggio , che scrive...
" Considero la lettura un piacere e non un dovere...perciò collegate al verbo "leggere" penso ci stiano benissimo verbi come " scoprire", "sognare", "viaggiare", "creare"....
A mio nipote di 3 anni che è un amnate del mare e della pesca leggo in skype (lui abita lontano) IL PESCIOLINO D'ORO - fiaba di A. Puskin - ed. EL
Mi pare gli piaccia tanto ...mi fa domande e si mostra curioso...sta imparando!"


4. "L'albero", di Shel Silverstein _ Salani editore_

Proposto da Dada Pasticciona  , che scrive...
"Un albero si innamora di un bambino. Un bambino si innamora di un albero. L'albero gli regala i suoi frutti.Il bambino gioca con le sue fronde. L'albero lo ripara alla sua ombra. Il bambino cresce, diventa sempre più esigente. L'albero invece è sempre lì, immutabile e disponibile. E' la storia d’amore tra un essere umano che attraversa le stagioni della vita perdendo progressivamente la spontaneità e la capacità di amare disinteressatamente e un albero, radicato, immutabile, felice nel rendere felice l’altro, è forse il paradigma del percorso di vita di molti."

Ho scelto questo libro:
Perché lui ha scelto me, mi è rimasto nel cuore fin dalla prima lettura.
Perché è una storia con immagini semplici, in bianco e nero ed un testo molto semplice.
Perché permette di affrontare con i bambini temi importanti come l'amicizia, l'amore incondizionato, la gratuità, la generosità, l'appagamento quando si agisce seguendo il bene; ma anche di egoismo, tristezza, solitudine, indifferenza...
Perché è per bambini ma soprattutto per noi adulti per ricordarci di conservare sempre il bambino che è dentro di noi, nelle emozioni, nella spontaneità, nel modo di approcciarsi alle cose e alla vita.
Perché ogni volta che lo vedo mi fa ritornare con la mente alla prima volta che l'ho letto: i bambini ammutoliti e sorpresi, increduli nel vedere come crescendo ci si dimentica delle cose davvero importanti, ma che poi si cercano quando si è tristi e soli.
Perché vorrei tanto poter avvicinarmi ad essere per i miei bimbi come quell'albero: un porto sicuro...e magari un giorno, da grandi, si ricorderanno di una dada un po' pasticciona che ha cercato di contribuire alla loro crescita lasciandoli liberi di provare e di sbagliare ma che li ha sempre guardati con gli occhi pieni di fiducia ed amore, pronta a rassicurali e ad aiutarli a rialzarsi..."


 5. "Conti e racconti", di Laura Prosdomici

Proposto da Ugo , che scrive...
"Quando i numeri incontrano le fiabe...
Perché ?
Perché trovo che non ci sia metodo migliore d'apprendimento che farlo divertendosi; si stimola così la voglia di imparare, di analizzare, di intuire e di capire."

6. "Ho sete, per piacere. Padre, madre, figli. Una esperienza a sostegno dei genitori", di Maioli Senese Vittoria

Proposto da Palmy , che scrive....
"...il libro di una mamma che è anche psicologa e che mette a servizio dei genitori la sua esperienza di mamma esperta."


7. "I libri di Gruffalò", di Julia Donaldson

Proposti da Cristina, che scrive...
"A me piace regalare - e leggere e rileggere!... - i libri di Gruffalò di Julia Donaldson perchè dentro hanno un po' di tutto: avventura, paura, ironia, sfida, affetti...raccontati in rime divertenti ed illustrati magicamente da Axel Scheffer.
Mi sembra un bel modo di avvicinare un piccoletto o una piccoletta alla vita!"


8. "Quant'è difficile imparare a leggere", di Carl Delecato

Proposto da Parliamone Oggi , che scrive...
" Un manuale operativo per aiutare a risolvere il problema del bambino che non riesce a leggere bene. Può essere utilizzato inizialmente anche come guida per i genitori i quali si trovano ad affrontare questa enorme difficoltà insieme al bambino. Consiglio questo libro perché mi sto interessando a questa problematica in modo più approfondito ed e' un problema che molti
Bambini vivono e che spesso li fa sentire esclusi dal loro ambito sociale e questo crea un enorme sofferenza per loro."


9. "Storia di un albero", di Vast Emilie

Proposto da Tatimart , che scrive...
"... adoro questo libro, adoro leggermelo, leggerlo ai bambini e creare attività a partire da esso.
le pagine infatti presentano dei buchi e piccoli sentieri fatti da impronte di animali che possono essere seguiti con il ditino.
in questo albo illustrato viene raccontata la vita intorno all'albero, vita di diversi tipi di animali che vivono sulle sue fronde, nel suo tronco o tra le radici in gallerie sotterranee. attraverso le pagine del libro inoltre viene raccontato il fluire delle stagione, la ripetizione ciclica e sorprendente della natura....tanto che l'ultima pagina dell'albo ci riporta immediatamente all'inizio."


10. "Se ti abbraccio non aver paura", di Fulvio Ervas _ Ed. Marcos y Marcos_

Proposto da Cinzia, che scrive...
"Il verdetto di un medico ha ribaltato il mondo.
Il disturbo Pervasivo di Andrea è un uragano;
L'autismo l'ha fatto prigioniero e Franco è diventato un cavaliere che combatte per suo figlio. Un cavaliere che non si arrende e continua a sognare. Per anni hanno viaggiato inseguendo terapie: tradizionali, sperimentali, spirituali. Adesso partono per un viaggio diverso, senza bussola e senza meta. Insieme, padre e figlio, uniti nel tempo sospeso della strada. Tagliano l'America in moto, si perdono nelle foreste del Guatemala. Per tre mesi la normalità è abolita e non si sa più chi è diverso. Per tre mesi è Andrea a insegnare a suo padre ad abbandonarsi alla vita. Andrea che accarezza coccodrilli, abbraccia cameriere e sciamani. E semina pezzetti di carta lungo il tragitto, tenero Pollicino che prepara il ritorno mentre suo padre vorrebbe rimanere in viaggio per sempre. Se ti abbraccio non aver paura è un'avventura grandiosa, difficile, imprevedibile, Come Andrea. Una storia vera.
Non smettiamo mai di leggere !"


RINGRAZIO TUTTI I LETTORI PER QUESTO INTERESSANTE SCAMBIO!

Grazie! :)

domenica 16 settembre 2012

Vietato non sfogliare i libri...arriva a Rovereto!

Il logo della mostra.

 
Ricordate quando un po' di tempo fà (precisamente nel mese di marzo) su questo Blog si era parlato della mostra: "VIETATO NON SFOGLIARE I LIBRI_ LIBRI SPECIALI IN MOSTRA"?  

La "mostra per i più piccoli (ma non solo), che presenta libri che trattano il tema della disabilità, ma anche i libri per i bimbi che vivono in prima persona la disabilità: i libri accessibili (audiolibri, libri tattili, libri con tecniche di comunicazione alternativa e aumentativa, libri scritti in lingua dei segni, libri stampati con grandi caratteri)" era stata allestita a Torino presso l'Archivio di Stato di Piazza Castello 209.

L'evento ha avuto decisamente successo, contando una copiosa affluenza di visitatori: oltre 1500 persone (tra classi scolastiche e Ospiti di Servizi per la Disabilità) http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/blog/grubrica.asp?ID_blog=358&ID_articolo=11&ID_sezione=766

Questo traguardo ha convinto la mostra a divenire itinerante.

E' per questa ragione che "VIETATO NON SFOGLIARE I LIBRI _ LIBRI SPECIALI IN MOSTRA" è ospite a Rovereto, dal 17 al 30 Settembre, presso il Centro di Formazione Insegnanti. Si tratta di un'esposizione particolare, in cui "accessibilità" è la parola d'ordine che accomuna i locali e i percorsi, le postazioni e i libri esposti (libri adattati e accessibili, che per la gioia dei genitori e degli insegnanti è ...vietato non sfogliare). 

L'esposizione, che è articolata anche in una sezione di libri sulla disabilità assolutamente degni di nota, è stata progettata e realizzata da Area Onlus, associazione che dal 1982 a Torino costituisce un punto di riferimento per bambini e ragazzi con disabilità e per le loro famiglie, con l’intento di valorizzare i linguaggi artistici come strumenti di scambio e inclusione.


"La mostra sarà presentata martedì 18 durante il seminario dal titolo " La letteratura come incontro scambio e integrazione" nel corso del quale la dott.ssa Rossella Bo di Area onlus e un esperto di IRiFOR (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione) di Trento dialogheranno sulle nuove strategie e metodologie per l'integrazione."


L'INGRESSO E' GRATUITO. Per info e prenotazioni: 0461 494519

Per ulteriori informazioni circa l'evento e per conoscere meglio Area Onlus, siete invitati a visitare il sito: http://www.areato.org/

Per conoscere il programma e gli appuntamenti: http://dito.areato.org/home/?page_id=2594


Ringrazio il Dott. Federico Baldi, della redazione dito.areato.org, per aver fatto presente questo importante evento.


giovedì 6 settembre 2012

Matematica in gioco.



Numbers on a Turtle, di Isabelle Jacque


“Non educare i bambini nelle varie discipline ricorrendo alla forza, ma come per gioco, affinché tu possa anche meglio osservare quale sia la naturale disposizione di ciascuno”. (Platone)


Settembre, suona la campanella e si torna tra i banchi di scuola. Si arriva in aula custodendo i ricordi di un'estate spensierata, accompagnati da un dolce senso di malinconia; lo zaino è colmo di libri e speranze, la mente a volte pare intorpidita da qualche timore.

Spesso la preoccupazione aumenta quando si avvicina l'ora di matematica: numeri, tabelle, calcoli, problemi che per qualcuno diventano fonte di ansia, così la paura di sbagliare aumenta, come se l'errore fosse un muro insormontabile, qualcosa di assolutamente inaccettabile.

Non è raro che conseguentemente ad alcune dinamiche di classe, la principale preoccupazione per alcuni studenti possa divenire il voto (quasi fosse misura del valore personale) e  la possibilità di ricevere l'approvazione dell'insegnante, minando pericolosamente l'autostima, il senso di competenza, la motivazione ad apprendere e  quindi la volontà di andare oltre potenziali difficoltà.

Se la matematica talvolta divenisse occasione di gioco e l'errore un'opportunità per discutere, confrontarsi con i compagni, per provare ancora cercando nuove strategie, imparare potrebbe essere divertente: il gioco può rivelarsi un potente strumento per la didattica (non solo della matematica), questo soprattutto per quanto concerne la scuola primaria.

Con l'augurio di un sereno anno scolastico a studenti, docenti e famiglie....Vi propongo un gioco-matematico che trovo molto carino!


LA MATEMATICA DELLE POSATE.

"Un coltello pesa come due cucchiai.
 
Tre cucchiai pesano come un coltello ed una forchetta.

Se una forchetta pesa 40 gr., quanto pesa un cucchiaio?"



Un coltello pesa come due cucchiai.


Tre cucchiai pesano come un coltello ed una forchetta.



Confrontando le due immagini sopra, si nota che è possibile effettuare una sostituzione: al posto del coltello posso mettere due cucchiai.

Sostituzione: al posto del coltello metto due cucchiai.



Ora è possibile eliminare due cucchiai da entrambe le parti, perchè il peso è identico.

Elimino due cucchiai da entrambe le parti.  

Dopo l'eliminazione scopriamo che un cucchiaio pesa come una forchetta: 40 gr..

Un cucchiaio pesa come una forchetta: 40 gr..
 


 

Creatività d'autunno: l'uva.

  G. ama molto creare, fare l'attività, come dice lei. Io sono ben felice di proporle spunti, sebbene confesso che per m...