domenica 29 novembre 2015

Perchè proporre attività?



Copyright@NadiaScarnecchia

Questo sarà un breve post, un "flash post", che vuol essere un semplice invito alla riflessione che deve necessariamente precedere il momento in cui si propone ai bambini un'attività.

"Il fine delle attività proposte deve sempre essere il bambino: le sue competenze, il suo divertimento, i suoi bisogni.

Il fine non deve mai essere l'attività.

Non assegnate mai "compiti" (vale anche per le  educatrici del nido!) troppo distanti dalle sue capacità, perchè la conseguenza  inevitabile è l'abbandono del compito e se reiterate nel comportamento farete crollare il senso di competenza del bambino. E se per compensare lo aiutate, quasi sostituendovi a lui? Peggio, imparerà solo che voi lo sapete fare  meglio, tanto vale lasciar perdere e delegare!" 

domenica 8 novembre 2015

Semplici proposte per potenziare la motricità fine e della coordinazione mano - occhio.

In questo periodo sto investendo tempo nella ricerca e creazione di attività per il potenziamento della motricità fine e della coordinazione mano-occhio.

Queste abilità meritano sempre di essere stimolate attraverso adeguate proposte; per alcuni bimbi è necessario dedicare una particolare attenzione alla stimolazione di queste competenze che maturano più lentamente e hanno bisogno di essere esercitate ulteriormente.

Una buona motricità fine e la capacità di coordinare mano ed occhio, sono importanti, insieme allo sviluppo di adeguate funzioni cognitive, sia per la conquista di autonomie (come vestirsi, allacciarsi le scarpe,  mangiare da soli, etc.) che per le competenze di pregrafismo e grafismo.

Le attività che mi accingo a proporvi sono economiche, possono essere realizzate in ambiente domestico, si prestano alla mediazione di concetti necessari all'esercizio del pensiero (dimensione, forma, colore, spazio, quantità, tempo).

Noterete che spesso vi suggerirò di utilizzare il "Didò" fatto in casa,questo perchè si prepara con alimenti, quindi non è pericoloso se i bambini piccoli o con disabilità decidono di assaggiare!

Attività con gli elastici:

 - elastici di colori diversi;
 - un cilindro per infilarli (in questo caso ho provvisoriamente usato un bicchiere di plastica che aiutavo a tenere fermo, ma sarebbe preferibile qualcosa che sia fissato su un supporto stabile come per esempio: l'anima di cartone del rotolo dell'alluminio, incollato su una tavoletta, perchè il bicchiere si sposta e se l'abilità non è consolidata è una grande difficoltà per il bambino, che tenderebbe a desistere dal compito demotivandosi);



Travasi con riso colorato:

- riso;
- coloranti per alimenti;
- ciotole e recipienti trasparenti;
- cucchiaino.

L'attività si presta alla mediazione di concetti quali: pieno/vuoto, aggiungere/togliere, dentro/fuori, vicino, colore.
  

 Infilare la pastina in una bottiglia:

-pastina in un recipiente (la dimensione della pasta va scelta in base alle competenze del bambino; se la "presa a pinza"è difficoltosa sconsiglio un formato troppo piccolo);
- bottiglia trasparente (vedere cosa avviene è motivante!): il diametro del collo della bottiglia deve essere selezionato in base alle competenze del bambino.

L'attività si presta alla mediazione dei concetti di dentro/fuori, pieno/vuoto , trasparente.



Fare il riccio: 

- segmenti di cannucce;
- Didò fatto in casa.

Invitate il bambino a "fare la pizza", poi lasciate che infili le cannucce nell'impasto.




Fare la Murrina:


- pastina (attenzione alla scelta del formato!);
- Didò fatto in casa;




Infilare:

- cartone forato;
- stuzzicadenti (rimuovete una punta o comprate quelli per l'aperitivo)

A fine attività proponete di sfilare gli stuzzicadenti e metterli a posto nella ciotola.
  



 Infilare batuffoli di cotone:


- bottiglia trasparente;
- batuffoli di cotone.

Per aumentare la complessità, quando il bambino è abile, fate eseguire l'attività seguendo le vostre istruzioni orali: "infila il batuffolo rosa, ora quello giallo..."




 Travaso di cannucce tra bottiglie con colli di diverso diametro:


- cannucce (se il bambino ha difficoltà non usate quelle che si piegano);
- bottiglie trasparenti con colli di diverso diametro.





Buon lavoro bimbi!

Creatività d'autunno: l'uva.

  G. ama molto creare, fare l'attività, come dice lei. Io sono ben felice di proporle spunti, sebbene confesso che per m...