mercoledì 8 gennaio 2014

Filastrocca per la nonna e non solo....

Illustrazione di Tiziana Rinaldi.

Tra le figure di riferimento della mia infanzia, un posto speciale è quello occupato dalla mia nonna materna, che ha rappresentato una grande risorsa educativa per me ed un valido sostegno per i miei genitori (entrambi lavoratori full time).

In generale, tutti i miei nonni sono stati risorse preziose per figli e nipoti, in quanto amorevoli mediatori di tradizioni familiari e importante pilastro che teneva unita la famiglia rendendo speciali, uniche le feste e le ricorrenze.

I nonni rappresentano ancora oggi una grande risorsa per molte famiglie, per il sostegno che offrono ai genitori nell'espletamento delle routine quotidiane, perchè portatori d'esperienza da condividere e trasmettere, perchè mediatori di tradizioni culturali provenienti dalle loro Terre d'origine, di esperinze e stili di vita oggi desueti, perchè sostituiti da una rapida ascesa della tecnologia.

I nonni con amore tornano bambini divertendosi con i loro nipoti, dedicando ai piccoli un tempo lento, attento e badando loro con dedizione; nonni più liberi dalla responsabilità educative che i genitori sentono talvolta gravosa, meno soggetti alle pressione dei ritmi frenetici imposti dalla vita contemporanea, a volte sanno comprendere bene i bisogni dei più piccoli, guardando nella giusta direzione, sapendo distinguere il necessario, dal molto che non basta...

A tutti questi nonni, ai miei in particolare, dedico una filastrocca:


La nonna.

Per le stanze che profumo
dal cammino esce il fumo
questa casa assai carina
appartiene alla nonnina.

Quante storie lei racconta
mi ha insegnato a far la conta.
Il computer non le piace,
tra i fornelli è più vivace!

Lei diventa un po' severa
se io faccio la bufera,
torna dolce e paziente
quando son più ubbidiente.

Con la nonna è bello stare
ha molte cose da insegnare,
resa saggia dall'età
consigli preziosi sa donar!

Nadia Scarnecchia

Il cassetto dello Gnomo: il primo programma radiofonico condotto da persone con Sindrome d'Asperger.



Tra tutti gli gnomi che affollano la letteratura popolare, favolistica, il mondo dell'infanzia, ce n'è uno speciale: lo Gnomo Aspirino.

E' speciale, perchè è un semplice papà in prima linea, che ha avuto la grinta e l'iniziativa di trasformare un'esperienza familiare (la convivenza con la Sindrome d'Asperger del primogenito) in una risorsa per il proprio figlio, per i ragazzi che convivono con questo disturbo non sempre conosciuto e compreso e per le famiglie di questi ragazzi.

Lo Gnomo Aspirino, alias Ugo Parenti, ha estratto dal cappello una nuova idea: una trasmissione radiofonica condotta da persone con sindrome d'Asperger, orientata a diffondere la conoscenza e la cultura della Sindrome di Asperger, dando voce ai diretti interessati.

Volete sapere di cosa si tratta? Il cassetto dello Gnomo! Questo è quanto spiega lo Gnomo:

" Una trasmissione della durata di poco meno di mezz’ora. La puntata andrà in onda il sabato alle 15:30 ed in replica la domenica pomeriggio alle 17.

Nella prima parte, di circa 5’, verranno affrontate le particolarità della sindrome di Asperger, raccontate direttamente dagli interessati e da uno specialista che avvalorerà i contenuti con un parere medico.
Nella seconda parte (circa 15’) i ragazzi in studio (persone con sindrome diAsperger) affronteranno e discuteranno, a loro modo e senza alcun copione, di argomenti, fatti e notizie d'interesse pubblico e di attualità.
Sono previste anche puntate con ospiti, medici che verranno coinvolti nel dialogo con i nostri ragazzi.

Al termine della puntata verrà segnalata un’Associazione, una cooperativa e altre realtà positive presenti sul territorio garanti di un certo e concreto supporto d’aiuto a chi vive tale disagio.


Coadiuva in studio, Ugo Parenti."

Se siete interessati non perdete la prima puntata, che andrà in onda: 
sabato 11 gennaio 2014

alle ore15.30 

                 su R.N.C.
        (Torino e provincia: 107.400 - Cuneo e provincia: 107.300
e on line su www.rncweb.it)

Se volete partecipare in studio non esitate a scrivere a:
gnomoaspirino@libero.it

Creatività d'autunno: l'uva.

  G. ama molto creare, fare l'attività, come dice lei. Io sono ben felice di proporle spunti, sebbene confesso che per m...