mercoledì 28 agosto 2013

Stimolazione prenatale, per ridurre l'insorgenza di dislessia e disturbi del linguaggio.


Più volte è stata ribadita l'importanza della lettura sin dai primi mesi di vita del neonato, sottolinando l'eloquenza di questa pratica condivisa nell'interesse delle dinamiche affettive, relazionali madre-bambino e anche il rilievo che questa consuetudine reiterata rappresenta per lo sviluppo cognitivo e linguistico del pargolo. In sotegno di questo sono nati interessanti progetti, tra cui "Nati per leggere".

Studi recenti ci permettono di conoscere quanto importante sia la possibilità d'interagire con il feto all'interno del grembo materno, tramite l'ascolto di cantilene e simili. 

Uno studio condotto dall'istituto di scienze comportamentali dell'università di Helsinki in Finlandia, tenderebbe a dimostrare come: " i suoni percepiti dal feto possono plasmare lo sviluppo del cervello tanto da influenzarlo nel linguaggio parlato dopo la nascita." (Ansa, 27/08/2013)


Se siete interessati Vi consiglio la lettura di questo breve articolo pubblicato dall'Ansa: http://www.ansa.it/saluteebenessere/notizie/rubriche/medicina/2013/08/27/suoni-prima-nascita-prevengono-malattie-linguaggio_9203887.html

giovedì 8 agosto 2013

Spegni la sigaretta, proteggi il tuo bambino.

Immagine tratta dal web.


E' ormai noto a tutti che il fumo di sigaretta nuoccia gravemente alla salute. E' anche vero che ogni persona è libera di fare le scelte che desidera, ma senza ledere i diritti altrui: si può scegliere di richiare d' incorrere in patologie anche molto gravi, ma non si deve mettere a repentaglio la salute altrui, facendo subire ad altri i propri comportamenti a rischio.

Un'attenzione particolare merita il tema dell'esposizione al fumo passivo (presenza di fumatori o possibilità di soggiornare in ambienti impregnati di fumo di sigaretta) durante la gravidanza, l'età pediatrica ed adolescenziale. 

"Secondo Fimp (Federazione Italiana Medici Pediatri), la fascia pediatrica è troppo spesso esposta al fumo di sigaretta, tanto più che oggi si parla di fumo di prima, seconda e, addirittura, di terza mano per indicare non solo i danni provocati dal fumo attivo e da quello passivo, ma anche dalle sostanze che restano per anni nell’ambiente, impregnando vestiti, muri e oggetti di casa, provocando, secondo recenti studi, potenziali danni anche al Dna." Invito a leggere il seguente articolo, tratto da "quotidianosanità.it": http://www.quotidianosanita.it/lavoro-e-professioni/articolo.php?articolo_id=16421&fr=n

L'esposizione dei neonati al fumo passivo è annoverata tra le potenziali cause responsabili della SIDS (Sudden Infant Death Syndrome - SIDS), conosciuta anche come morte in culla morte improvvisa del lattante: la morte improvvisa di un lattante di età compresa tra un mese ed un anno, che rimane inspiegabile dopo accurate indagini autoptiche. Invito a leggere il sito del Ministero della Salute: http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?lingua=italiano&id=1923&area=saluteBambino&menu=nascita

Creatività d'autunno: l'uva.

  G. ama molto creare, fare l'attività, come dice lei. Io sono ben felice di proporle spunti, sebbene confesso che per m...