mercoledì 27 aprile 2011

Il pesco di nonna Era.


Mentre sboccia la primavera,
cresce il pesco di nonna Era.

Stringe la terra con profonde radici,
come si stringon le mani gli amici.

Il tronco dal gelo intirizzito,
si erge fiero e inorgoglito.

Dai rami marroni spuntan germogli,
che guardano il prato pien di conigli.

Ci saranno tra le foglie numerosi fiori,
colorato suggello di gioiosi amori.

A giugno la pianta pesche darà,
che nonna Era per te coglierà.

Nadia Scarnecchia

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...