Passa ai contenuti principali

Siti per la didattica e l'educazione speciale.

Anne Geddes


"Dite:
“È faticoso frequentare i bambini.”
Avete ragione.
Poi aggiungete:
“Perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inchinarsi, incurvarsi, farsi piccoli.”
Ora avete torto.
Non è questo che più stanca.
È piuttosto il fatto di essere obbligati ad innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti.
Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulle punte dei piedi
per non ferirli." 
 Janusz Korczak

Cari lettori,

vorrei condividere con Voi l'indirizzo web di alcuni siti utili per la didattica e l'educazione speciale.
Ecco l'elenco e qualche informazione:


http://sostegno.forumattivo.com/  : l'agorà dell'insegnante di sostegno. Contiene materiale didattico, prassi d'integrazione,opportunità di consulenza logopedica, bibliografia, videoteca, software didattici, informazioni circa corsi e convegni e tanto altro!

http://www.maestrasabry.it/index.htm : un utile portale per bambini, genitori  ed insegnanti della  scuola primaria. Sono a disposizione strumenti didattici, giochi, disegni da colorare, ricette.

http://maestramary.altervista.org/index.html : un coloratissimo sito dove  potete reperire materiale didattico ed anche poesie, filastocche, suggerimenti per lavoretti, biglietti augurali e molte cose che piaceranno ai  vostri bambini.

http://www.math.it/  : matematia per tutti!!! Chi l'ha detto che la matematica è noiosa? Sono sicura che dopo aver consultato questo sito cambierete idea! Autoverifiche, analisi, formulario, materiale didattico interattivo e anche tanti giochi intelligenti per i piccini!!!

http://www.baby-flash.com/ : un sito ricco di materiale didattico, che affronta temi come l'orientamento spaziale, la successione temporale. Contiene all'interno un'ampia sitografia.



Ora un sito ricchissimo, curato da un maestro!!! Roberto Sconocchi ha ravvolto per voi moltissimo materiale didattico, proposte per viaggi didattici, feste, lavori al pc per la scuola  dell'infanzia, primaria e secondaria di I grado:   http://www.robertosconocchini.it/index.php 


Quello che segue è un vasto sito, realmente "il paese delle meraviglie" per rendere allegri i bimbi. Nel sito potrete trovare del materiale  per scrivere i temi o imparare l'inglese, ma anche favole, filastrocche, musica e  teatro, temi come l'interculturalità, bricolage e tanto altro, affrontato a "misura di bambino".
http://www.ilpaesedeibambinichesorridono.it/ 



Quindi un elenco di splendidi siti e blog, che affrontano con professionalità e passione il tema della DISLESSIA EVOLUTIVA (materiali, articoli, leggi, riflessioni):

http://www.rossellagrenci.com/ (Rossella Grenci, è logopedista e scrittrice, esperta di dislessia);

http://tuttiabordo-dislessia.blogspot.com/ (il blog  di due abili docenti: Francesca Storace e Annapaola Capuano.)

http://dislessia-passodopopasso.blogspot.com/ (uno spazio per parlare di dislessia., con la possibilità di incontrari ogni terzo sabato del mese presso la biblioteca di Albairate. Nel blog troverete i recapiti necessari.)



Ed ora un interessante sito per parlare di DISTURBI PERVASIVI DELLO SVILUPPO, dove reperire  articoli, materiali e dove trovare le date di convegni e seminari : http://www.iocresco.it/

Buon lavoro a tutti. =)

Commenti

  1. Cioa ti ho appena scoperta e trovo il tuo blog molto interessante, mi sono aggiunta ai tuoilettori, alla prossima

    RispondiElimina
  2. Grazie! Mi fa molto piacere...a presto, spero!

    RispondiElimina
  3. molto interessante il tuo blog e i suoi contenuti..ti ho messo tra i preferiti..spero di trarne vantaggio e che mi sia di aiuto nel mio lavoro.
    un caro saluto
    eisa

    RispondiElimina
  4. Ciao Elisa,
    molte grazie. Sono contenta tu abbia lasciato un commento. Ho visitato il tuo blog ed è molto carino, pieno di colore ed allegria. Complimenti a te e ai tuoi bimbi, ti aggiungo tra i miei amici :).
    Salutoni,
    Nadia

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

"Cortocircuiti emozionali." Spiegati dalla dottoressa Daniela Lucangeli

Condivido questo meraviglioso video, in cui la Professoressa Daniela Lucangeli, spiega i cortocircuiti emozionali, perchè nel mio piccolo credo profondamente nella "scienza servizievole".

Sin da bambina ho sempre amato imparare, ogni nuovo apprendimento mi pareva la conquista di una ricchezza, un tesoro, ma l'ansia, la paura  per me son sempre state in agguato e quindi fino al giorno della tesi (e ne porto i segni ancora ora), ho sempre studiato con la paura di sbagliare, col timore di non essere all'altezza e le mie emozioni mi hanno spesso portato verso l'evitamento o la fuga dal compito.

Proprio per questa ragione invito tutti gli educatori (che siano professionisti del settore o genitori, nonni) ad ascoltare quanto ci insegnano le neuroscienze e l'epigenetica e a sforzarsi di comprendere quanto sia importante trasmettere emozioni positive al bambino che apprende, insegnare a non temere l'errore, ma a considerarlo un punto di partenza per fare meglio …

Le cornicette.

Ricordo ancora con piacere quando al termine dell'esercizio decoravo la pagina con una bella cornicetta, al tempo per me disegnare cornicette era semplicemente un atto divertente, creativo e rilassante.
In realtà tracciare cornicette per un bambino che sta terminando la scuola materna o che frequenta i primi anni della scuola elementare, può essere una risorsa per allenare non solo la creatività, ma per affinare la coordinazione mano occhio e alcuni aspetti cognitivi.
Vediamo insieme come mai la cornicetta è una risorsa...


Per riprodurre una bella cornicetta, bisogna imparare ad osservare bene il modello: esplorarlo sistematicamente, identificarne la forma e le caratteristiche. Quindi è necessario riprodurre il modello, ma a questo fine si deve prima organizzare lo spazio (ossia i quadretti necessari), pianificare, comprendere quante righe tracciare, che orientamento dare alle righe (orizzontale, verticale, obliquo), individuare se si tratta di linee dritte o curve. La cornicetta…

Le Alpi (Ma Con Gran Pena Le ReCa Giù).

Quando frequentavo la scuola elementare (molti anni or sono, aimè!) la maestra ci insegnò una buffa frase, per ricordare il nome delle Alpi: Ma Con Gran Pena Le ReCa Giù.


Per divertirmi un pò, ho inventato questa filastrocca, dedicata a tutti i bimbi che stanno imparando a conoscere queste splendide montagne!



Ma Con Gran Pena Le Re Ca Giù: ma che freddo fa qua sù, qua su per la montagna è più fresco che in campagna!
Ma Con Gran Pena Le Re Ca Giù: un giro per le Alpi farai tu, non le scorderai mai, mai ora che il nome imparerai.
Marittime, non dimenticare, son le Alpi vicino al mare. Cozie, dal buffo nome gli abitanti mangian tome.
Ma Con Gran Pena Le Re Ca Giù: ora tu ne sai di più. Gaie e Pennine, da ricordare ci puoi andare a sciare.
Lepontine, alti monti per i laghi sono le fonti. Retiche, fresche montagne puoi raccoglier le castagne.
Ma Con Gran Pena Le Re Ca Giù: per le Alpi viaggi tu. Carniche: Alpi Orientali per praticar sport invernali.
Giulie, dallo splendido nome fanno appassionar molte persone. …