mercoledì 27 febbraio 2013

Il cervello è plastico e l'intelligenza è uno stato.

Immagine tratta dal web: "Plasmare".

"L'intelligenza dovrebbe essere definita come un processo sufficientemente ampio da abbracciare una varietà di fenomeni che hanno in comune le dinamiche e i meccanismi dell'adattamento." (cit. tratta da: "Teoria di Feuerstein ed i suoi sistemi applicativi", Icelp)

Il cervello umano è in continua trasformazione per tutta la vita dell'individuo. Ciò che il soggetto è, viene innegabilmente determinato dal patrimonio genetico contenuto nel D.N.A., ma è altresì condizionato dall'ambiente socio-culturale in cui il soggetto interagisce, dalle stimolazioni e dalla qualità dell'insegnamento che riceve. Studi al microscopio testimoniano che nel cervello del neonato, dalla nascita sino all'età di un anno, avviene un importante incremento delle ramificazioni neuronali. A tre anni l'aumento quantitativo dei neuroni è compiuto e le  cellule cessano di riprodursi; a quest'età il bimbo ha più connessioni di quelle che userà nella vita ed è proprio in questo memento che il ruolo di un mediatore  diviene determinante per creare intorno al bambino un ambiente ricco  di stimoli, affinchè si crei un maggior numero di connessioni sinaptiche. La ripetizione degli stimoli rende le connessioni permanenti, mentre quelle inutilizzate decadono.

Il processo mediante il quale si creano sempre nuovi percorsi neuronali si chiama autopoiesi, dura per tutto l'arco della vita e riguarda tutti gli individui. Si può quindi affermare che l'intelligenza è uno stato e come tale è in divenire.
 
Per questo è necessario esercitare le proprie abilità cognitive per tutta la vita: leggere, fare attività fisica, intessere relazioni ed in generale avere uno stile di vita attivo.

Per diffondere e comprendere l'importanza di queste scoperte condivido un interessante articolo: "Cervello Plastico, Unico e Differente", di G. Brunetti tratto da neuroscienze.net, clickate sul seguente link per leggere l'articolo. (http://www.neuroscienze.net/?p=3138)

4 commenti:

  1. Praticamente è per questo che insistono nella riabilitazione precoce. plastico per tutta la vita ma ramificazioni neuronali fino a 3 anni. Grazie per quest'articolo. Volevo fare un corso di Feirestian ma costano davvero tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, l'intervento (stimolazione) precoce è veramente importante.

      Elimina
    2. Nella se non ti dispiace l'ho condiviso in un gruppo facebook sulla sdd. Insisto per la riabilitazione precoce nei confronti e un parere in più è gradito!

      Elimina
    3. Hai fatto benissimo! Un saluto.

      P.S.:.mi chiamo Nadia ;)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...