venerdì 25 gennaio 2013

Bambini e animali: piccoli amici!




Sfogliando le pagine della memoria, mi tornano alla mente alcune immagini d'infanzia. Tra queste alcune legano significativi momenti della mia esistenza a piccoli amici pelosi: ricordo i gatti di zia Romana arrampicati negli spazi più angusti ed elevati o nascosti nelle scatole delle scarpe e mi sovviene il miagolio stridulo della mia gatta Funny. Non dimentico quando nonna Peppa ed io trovammo una chiocciola tra l'insalata e decidemmo di nutrirla con una croccante foglia di lattuga!


Non è raro vedere un bimbo che cerca timoroso di accarezzare un gatto o che domanda ai genitori di regalargli un cucciolo da portare a spasso!

Un animaletto può essere un prezioso compagno per i fanciulli: attraverso questo i bambini più o meno grandi possono imparare il valore del prendersi cura. La presenza di un peloso tra le mura domestiche può offrire interessanti spunti per affrontare temi importanti come la riproduzione, il rispetto della natura o temi tristi come la morte.

Al tema degli animali domestici, talvolta è legato il crudele fenomeno dell'abbandono. Per questa ragione trovo interessante informarvi di quanto alcuni volontari di Furettomania Onlus (associazione senza scopi di lucro che si occupa di recuperare e curare i furetti abbandonati e trovar loro una nuova casa) hanno attuato insieme ad A.N.P.A.N.A. (Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente).

Una legge permette a diversi Enti per la protezione animali di entrare nelle scuole per fare informazione, così ANPANA ha presentato un interessante progetto per far conoscere ai bimbi gli animali parlando di cani, cavalli, ricci e furetti, portando alcuni “pelosetti” nelle classi e affrontando il tema dell'abbandono.


Una delle volontarie, Cristina Avvignano, racconta: Sempre grazie a questo progetto dell’ANPANA Novara il mio furetto Damien ed io, ci siamo trovati a scuola a fare lezione nelle classi elementari e addirittura alla scuola materna di Cureggio, ridente paesino del novarese. Anche qui, con il nostro furetto da colorare abbiamo fatto faville! Qui a scuola tutti i disegni sono stati raccolti, rilegati insieme e regalati alla classe come ricordo di questa esperienza, insieme alla tessera di “piccola Guardia”.”


Immagine concessa da Furettomania Onlus@
Immagine concessa da Furettomania Onlus@

Grazie a questo progetto FurettoMania Onlus può entrare nelle scuole insieme ai morbidi furetti, far sorridere i bambini e offrire tante informazioni ai più piccoli, che sono il Nostro futuro!


Qualora siate interessati ad eventi informativi nelle scuole del Piemonte potete contattare:


Cristina Avvignano 347/8239230 - 338/2781963 cristina.avvignano@furettomania.com
Immagine concessa da Furettomania Onlus@




2 commenti:

  1. Bello! Anch'io penso sia importantissimo per i bambini avere un animaletto: li arricchisce di una sensibilità maggiore secondo me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per questa testimonianza di mamma. Sì, quando è possibile tenerlo può veramente essere una risorsa ed una compagnia!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...