mercoledì 7 settembre 2011

Asilo nido...quante scoperte!!! :)


"Vedere un mondo in un granello di sabbia
e un paradiso in un fiore selvatico;
tenere l'infinito nel palmo della mano
e l'eternità in un'ora."
William Blake

L'asilo nido, spesso vissuto principalmente come un servizio assistenziale per la famiglia, perchè ospita cuccioli d'uomo d'età compresa tra 0 e 3 anni, è in realtà un vero e proprio servizio educativo che aiuta i bimbi nel loro sviluppo cognitivo, sociale e affettivo.
Nel primo triennio di vita il bambino, secondo la teoria sullo sviluppo di Piaget, attraversa fondamentalmente due stadi (ricordando che non c'è rigidità negli stadi, perchè ogni individuo è il prodotto in divenire dell'interazione tra la genetica e l'ambiente): lo stadio senso-motorio (dalla nascita a circa 2 anni), ossia quel periodo attraverso il quale il bambino utilizza i sensi e il movimento per esplorare, fare esperienza del mondo intorno a sè, durante il quale ha inizio la rappresentazione dell'oggetto e la simbolizzazione; la primissima parte dello stadio pre-operatorio  (da circa 2  anni a 6-7anni), periodo durante il quale il fanciullo impara ad utilizzare i simboli.
Le scienze ci hanno dimostrato che nel periodo di vita compreso tra 0 e 3 anni, si assiste al  massimo della produzione neuronale e che proprio in questi anni si strutturano le premesse della personalità dell'individuo.
Per queste ragioni per il bambino frequentare un buon asilo nido è una valida opportunità di crescita, perchè il piccolo viene stimolato dalle educatrici attraverso attività adatte ai diversi momenti di maturazione del fanciullo.
Le educatrici del nido, hanno l'importante ruolo di aiutare l'infante durante il percoso di costruzione dell'identità (che inizialmente è legata alle figure  adulte di riferimento), devono accompagnare il fanciullo verso l'acquisizione delle automie (non solo il progressivo controllo degli sfinteri, ma anche imparare ad usare il cucchiaio per fare la pappa da solo!). Il nido è un servizio educativo di valore, anche perchè educa alla socialità, infatti il bimbo non vive un rapporto esclusivo con l'educatrice, ma è insieme ad altri bambini che non appartengono al proprio nucleo familiare, ma che condividono con lui maestre, spazi, tempi e giochi. Per questa ragione il piccolo imparerà necessariamente a controllare maggiormente i propri impulsi e con il tempo anche a condividere.
Al nido il piccolo avrà modo di cimentarsi in attività costruttive e manipolative, che gli consentiranno di esprimersi, potenziando gli aspetti cognitivi ed affettivi; gli verranno proposte attività grafico-pittoriche, che partendo dallo scarabocchio, gli consentiranno di esplorare i diversi strumenti (pennelli, gessetti, cartoncini) e le possibilità che questi offrono. L'asilo nido è anche il luogo dove i piccoli faranno le prime esperienze di educazione musicale: la musica stimola l'udito, consente di esprimere sensazioni ed emozioni. Altra attività importante in cui i piccoli verranno coinvolti è l'educazione psicomotoria: durante il primo triennio il piccolo attraversa importanti cambiamenti posturali, che condizionano inevitabilmente il suo stare al mondo e la percepire di questo; il corpo diviene strumento per esprimersi ed il bimbo attraverso il movimento impara a scoprire com'è fatto il proprio corpo e ad acquisire abilità che saranno utilissime negli anni venturi, come la coordinazione oculo-manuale (necessaria in attività più complesse come l'atto grafico).
Tutte queste esperienze educative avverranno attraverso differenti esperienze di gioco, che è lo strumento educativo principale dell'infanzia: non un'attività banale, ma una risorsa necessaria e rispettabilissima, affinchè il bimbo cresca sano e possa  apprendere sempre nuove cose.
Le attività che possono essere proposte ai bimbi dell'asilo nido sono veramente molte, allegre e fantasiose, per questa ragione vi propongo di visitare un bellissimo blog, che ci introduce nel coloratissimo ed ingenuo mondo della prima infanzia. Esperienze divertenti che educatrici, tate e genitori potranno proporre ai propri piccoli, per aiutarli a crescere, incuriosirli e meravigliarli:
http://milleideedafarealnido.blogspot.com/

Con questo post auguro un buon inizio anno a tutte le educatrici, ai bimbi e alle famiglie che si accingono a cominciare il "loro" percoso all'asilo nido.

2 commenti:

  1. Grazie per le belle parole che hai avuto a proposito del nostro blog. Ci fa piacere che sia compreso tutto l'amore che mettiamo nel lavoro che stiamo facendo. Buon inizio anno anche a te.

    RispondiElimina
  2. Grazie a Voi. Il vostro blog mi piace proprio tanto e vi seguo con regolarità. Lavorare con i piccolissimi era tra i miei sogni nel cassetto...
    Nadia S. :)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...